Che Cos'e Polarity (Di Virginia Watson)

Una breve spiegazione di “Che cos'è Polarity” per tutti coloro che sono interessati

Spesso la gente che incontro nella mia vita quotidiana mi chiede : ma che cos’è polarity? Devo confessare che, in passato, per dare una rapida definizione ho risposto : è un po' come l'agopuntura senza gli aghi. Ora, questo è in parte vero, ma non rende giustizia a questa tecnica emozionante, relativamente sconosciuta. Che cosa dovrei dire : è una terapia olistica che mira ad equilibrare l'energia fisica, emotiva e spirituale nei singoli attraverso il massaggio, la dieta e l’esercizio fisico?. Questo bilanciamento di energia è il nucleo di Polarity.

Il rapporto tra energia  e Polarity

 

Senza entrare troppo in profondità nel regno della fisica, tutto è fatto di energia, incluso gli esseri umani. L'energia deve muoversi se qualcosa sta per essere espresso. Così la natura (Dio, lo Spirito o a chiunque attribuiate la creazione) ha progettato un sistema mediante il quale l'energia è costretta a uscire dalla sua fonte neutrale. Al fine di creare la forma e per impedire la dissipazione dell'energia stessa in numerose tangenti, esistono due forze opposte - positiva e negativa - la prima spinge l'energia fuori dalla sorgente, mentre la seconda l attrae verso la fonte. Pertanto un cerchio, o ciclo di energia viene creato, e deve continuare a circolare liberamente per il benessere della materia in cui essa si manifesta. È da questi due poli di qualità opposte che deriva la parola Polarity. Per polarizzare, il terapeuta agisce come fonte neutrale, mentre le mani sono il polo positivo e negativo e imitando la natura le pone sui punti specifici del corpo del cliente facilitandone il flusso energetico.

Flusso di energia e benessere

Molte persone pensano all’energia come a qualcosa che sperimentano certe mattine e non altre. Così l'idea di avere l’ energia equilibrata può essere interessante, ma non è un salva vita. Ma è qui che ci si sbaglia. L’energia precede la chimica, quindi se non scorre in tutto il corpo, le funzioni dello stesso cessano presto e si verifica la morte, la materia di cui è fatto il corpo si disintegra e ritorna alla terra da cui proviene Più comunemente, ma potenzialmente grave se resta irrisolto, è che se una delle linee energetiche nel corpo è bloccata da un trauma fisico, emotivo e spirituale può causare ristagno nella parte del corpo / mente interessata. Infatti, se l'energia non fluisce liberamente attraverso il muscolo o organo, il sangue non sarà in grado di ossigenare la zona, che in seguito potrà diventare il luogo della malattia.

Massaggio 

Rilasciare i blocchi di energia con il  massaggio è uno dei compiti principali in Polarity Questi blocchi possono essere causati da una serie di motivi diversi, forse da un incidente o uno shock emotivo. L'evento stesso può essersi verificato molti anni prima e in seguito dimenticato, ma se i sentimenti che lo accompagnavano non furono espressi al momento dello shock, furono sepolti nel muscolo o organo, allora il corpo compenserà e si adatterà a questo modello di tenuta che potrà alterare altre linee energetiche. Il terapeuta lavorerà con i quattro principali fiumi di energia Aria, Fuoco, Acqua, Terra che fluiscono attraverso specifici organi e tessuti del corpo, ognuno con caratteristiche ed emozioni diverse. Il terapeuta lavorerà anche con l'energia etere che è la più sottile e che si trova ovunque nel corpo. Ogni fiume o elemento ha un polo positivo, neutro e negativo nel corpo, e, massaggiando queste zone il terapeuta incoraggia il flusso energetico a scorrere. Il massaggio può essere di bilanciamento, stimolante o di dispersione a seconda della forza e della profondità alla quale il terapeuta lavora. Un poco come la sabbia messa nell’acqua dove le particelle più pesanti si depositano sul fondo, così l'energia si combina con la materia per creare gli esseri umani. Nonostante siano le particelle più fini della parte superiore, che vengono disturbate, gli effetti della perturbazione saranno più evidenti nella parte più grezza della materia. Essere un terapeuta non è dissimile dall’ essere un detective, il terapeuta raccoglie indizi, segue il lamento, che lo conduce al blocco sul quale lavorerà per  rilasciarlo.  A volte il terapeuta deve lavorare mesi e persino anni su  un blocco iniziale, perché nel corso degli anni il corpo / mente lo ha sepolto sotto strati di ulteriore tensione, progettati per mantenere il sentimento lontano. Così spesso il terapeuta deve eliminare un numero di blocchi secondari compensatori.

Esercizi

Gli esercizi di Polarity sono studiati per aiutare il corpo a rilasciare i  blocchi energetici, e favorire un flusso equilibrato nelle zone che hanno la tendenza a bloccarsi. Va ricordato che uno dei modi in cui noi ci identifichiamo è come e dove teniamo la tensione nei nostri corpi. Il corpo può non sentirsi a suo agio, ma la conosce. Uno dei modi per il terapeuta di utilizzare questi esercizi, è per esempio un cliente che ha sempre chiuso le sue natiche, e che dopo una serie di trattamenti inizia a rilasciare. Ma le abitudini richiedono un certo tempo per essere modificate. Fare degli esercizi che continuano ad allentare la zona e favoriscono il flusso di energia, può rendere il cliente più consapevole delle sue abitudini e dei meccanismi del rilascio.  Se un cliente è sempre stato teso nelle natiche,  non potrà mai sapere cosa si prova ad essere rilassato in quella zona. Una volta avvertita la differenza avrà qualcosa su cui lavorare. Il terapeuta incoraggiano il cliente a fare gli esercizi attinenti su base giornaliera come misura preventiva più che curativa, dato che sono stati progettati per tonificare il corpo, mente e anima.

Dieta


Il terapeuta si occuperà della dieta del cliente come facente parte del trattamento. Come dice saggiamente un vecchio proverbio cinese “noi siamo ciò che mangiamo” pertanto  il terapeuta incoraggia il cliente a seguire una dieta sana, alimenti crudi, cibi integrali, e per quanto possibile, alimenti alcalini, poiché gli alimenti acidi sconvolgono l'equilibrio del sangue e possono essere la causa di una serie di malattie. Alimenti naturali, piena di vita che danno energia e liberano il più possibile da materiale tossico, contribuiranno tutti al benessere. Il cliente verrà invitato a effettuare una dieta purificante che contribuirà ad eliminare le vecchie tossine che si sono accumulate nel corpo a seguito di una cattiva dieta e che non sono stati espulse a causa di un cattivo funzionamento o di tensione emotiva negli organi pertinenti. C'è un altro detto che recita “ciò che è carne per  un uomo è veleno per un altro”.  Non è certo una buona idea raccomandare il pane nero a qualcuno che è allergico al glutine. La dieta di ogni persona deve essere trattata in modo diverso a secondo dei diversi gusti. Le reazioni allergiche al cibo possono causare non solo sintomi fisici,  ma anche disturbi mentali. Polarity insegna che il cibo può essere diviso secondo quattro elementi, ciascuno adatto per un certo tipo di personalità. Fa parte del lavoro del terapeuta aiutare il cliente a trovare il giusto equilibrio alimentare. Una estensione di questo lavoro è che in alcuni casi di malattia il terapeuta possa suggerire dei rimedi a base di erbe in forma di tè o di polvere.

Medicina ortodossa e alternativa- Una differenza


Come promemoria per entrambi paziente e terapeuta sarebbe una buona idea avere una nota in ogni stanza che dica “polarity non tratta i sintomi, riequilibra l'energia”. Questa è la chiave della differenza tra la medicina ortodossa e una numero di medicine alternative incluso polarity.  La medicina ortodossa è orientata verso il trattamento dei sintomi, spesso usando farmaci soppressivi per eliminare gli effetti dello squilibrio, anziché curarne la causa. Per un terapeuta di Polarity i sintomi sono indicazioni utili, e cioè gli indicatori di un blocco nel corpo, e come tali li utilizzerà.  L’intenzione non è quella di lavorare sui sintomi, ma di rilasciare il blocco, che invia questi segnali di dolore per mostrare che qualcosa non va bene e c'è un blocco nel corpo / mente. Polarity non è in alcun modo contro la medicina ortodossa, anzi in molti casi il terapeuta consiglia il cliente di recarsi dal medico per una diagnosi. Polarity è vista come complementare, per risolvere gli squilibri che sono spesso poco specifici per la medicina ortodossa.

Chi ha bisogno di Polarity?

Le persone ricevono Polarity per una serie di ragioni diverse. Forse hanno un problema fisico, un dolore persistente o eruzioni cutanee. Possono essere stati dal proprio medico che magari gli ha dato pillole o creme che non hanno funzionato o avere prescritto un trattamento apparentemente più rigido del dolore, oppure avergli detto che la causa è la mente. La medicina ortodossa tende ad essere un poco impaziente  con le malattie psico-somatiche,  perché non è abbastanza chiaro come gestire lo squilibrio tra la mente e  il corpo. Nel loro mondo i fisioterapisti trattano il corpo, lo psichiatra cura la mente, e il prete tratta l'anima. Queste divisioni non si verificano in Polarity e un certo numero di clienti arrivano perché sanno che le loro malattie psico-somatiche saranno trattate con serietà e simpatia. Altre persone possono venire perché si sentono confuse, o non in contatto con le proprie emozioni, oppure a causa di un sentimento non-specifico, ma persistente, che non va  tutto bene. La gente con gravi malattie come la sclerosi multipla. o il cancro utilizza polarity perchè per la sclerosi multipla non esiste una cura ortodossa, e, nel caso del cancro non vogliono, o ne hanno avuto abbastanza del trattamento chemioterapico. C'è un altra tipologia di persone che chiedono il trattamento di polarity, e sono persone che non stanno male, ma che la utilizzano come misura preventiva alla malattia.

Ruolo del cliente

La ragione per cui Polarity usa il termine “cliente” e non”paziente” è importante. La parola paziente evoca in molte persone l'immagine di una persona a letto, in attesa che il medico gli faccia delle cose, mentre essi guardano passivamente. In Polarity il cliente è incoraggiato a partecipare attivamente alla sua guarigione. È il cliente che deve fare il lavoro duro, non il terapeuta. Il terapeuta è una guida che dovrebbe guidare il cliente nella giusta direzione. Il terapeuta riequilibra l'energia, ed è l'energia che guarisce. È importante che il cliente capisca che il terapeuta non è Dio che può far sparire per magia una malattia  con una “panacea”. Si tratta di una partnership, come una danza in cui il cliente conduce e il terapeuta segue. Se i due lavorano insieme questo incoraggerà il flusso di energia. Se il cliente non vuole collaborare e fare la sua parte, allora sarà molto difficile per il terapeuta svolgere il suo lavoro.  È importante che il cliente si assuma la responsabilità della sua guarigione, e non si aspetti che sia il terapeuta a fare tutto. Prendere coscienza della propria dieta e praticare gli esercizi è un buon modo per il cliente di dimostrare che partecipa. In un certo senso il terapeuta incoraggia il cliente a diventare il proprio terapeuta : più entra in sintonia con se stesso, tanto più diventa  consapevole del suo corpo / mente, comprendendo meglio le ragioni del suo sbilanciamento energetico e che la dieta e l'esercizio fisico lo aiuteranno a ristabilire.

Il valore della conoscenza

È estremamente importante per il cliente acquisire consapevolezza dei suoi atteggiamenti, i sentimenti e la struttura del corpo possono aiutarlo a riequilibrarsi.  Arrivare a questa intuizione può essere un processo molto lento e doloroso, non ci sono scorciatoie in Polarity. Il cambiamento lento è salutare perchè se avviene troppo rapidamente il cliente non riesce a capire il meccanismo di come sia stato raggiunto, e può non avere abbastanza tempo per valutarlo. È un collegamento importante nel processo di rilascio del blocco che il cliente abbia la consapevolezza sul modo in cui ha mantenuto il blocco e la modalità del rilascio, perché se manca la consapevolezza sul modello di tenuta è probabile che esso si ripresenti. Il ciclo del modello di tenuta continuerà a ripetersi fino a quando il cliente diventerà consapevole della ripetizione e sentirà il bisogno di cambiare.

Resistenza

A volte si può constatare che un cliente ha una resistenza al trattamento, o agli esercizi o alla dieta, quindi è utile capire il perché della resistenza. La resistenza non è male, è vitale per l'esistenza, perché senza di essa l'uomo, che è un ologramma vivente degli schemi energetici, non avrebbe alcuna forma. Una quantità equilibrata di resistenza è quindi necessaria per mantenere quella forma. Ma se ne viene applicata troppa frena il flusso di energia  e crea una struttura troppo rigida, e risulta difficile cambiarne la forma. In alternativa, se non c'è abbastanza resistenza la persona corre il rischio di perdere la forma e la struttura. Per questa ragione il cambiamento è spesso lento,  essendo il modo che ha la mente/corpo di utilizzare la resistenza per dare il tempo necessario alla persona per adattarsi, Ottenere una quantità equilibrata di resistenza è quindi importante, ed è questo che Polarity si propone di fare a livello fisico, emozionale ed eterico.

Non esiste la salute perfetta

La salute non deve essere una questione morale. Non è bene essere sempre in buona salute, o malato. La mente / corpo va e viene dall’ equilibrio costantemente. La malattia è parte del processo di apprendimento. Le persone lasciano il loro centro ed entrare nel disordine perché hanno bisogno di imparare qualcosa. Il terapeuta non è lì per eliminare la malattia, ma per aiutarli ad avere un’idea circa il punto raggiunto o di quel particolare ciclo di apprendimento. Aiutando l'energia ad aprirsi in una particolare area che era bloccata, si spera d’aiutare il cliente a vedere cosa sta facendo a se stesso e aiutarlo a tornare verso uno stato più equilibrato. Infine, il ruolo del terapeuta di Polarity è quello di portare l’energia in equilibrio per garantire una prospettiva.